Storia del museo

Del Parco Adda del Nord e di Villa Gina

MUVA

Museo della Valle dell’Adda

Ci troviamo a Trezzo sull’Adda, in provincia di Milano, sul medio corso del fiume, al centro ideale e geografico del Parco Regionale Adda Nord.

È Villa Gina ad ospitarci, una nobile dimora costruita nel 1855 da Paolo Bassi, podestà di Milano, e acquistata da Silvio Crespi nel 1915, che le diede questo nome in onore della moglie.

Il MUVA è articolato in cinque sale, costruite per far conoscere al pubblico la storia, la cultura e la natura degli ambienti lambiti dalle acque del Fiume Adda.

PREZZI INGRESSO:

BIGLIETTO INTERO: 4,00 €

RESIDENTI COMUNI DEL PARCO ADDA NORD: 3,00 €

6-14 ANNI: 2,00 €

MINORI DI 5 ANNI: GRATIS

COSTO VISITA GUIDATA: 4,00 € a persona

Parco Adda Nord

A Trezzo sull’Adda, nel 1973 si tenne un Convegno per il Parco Fluviale dell’Adda, nel quale diversi enti, tra cui il Comune di Trezzo, numerosi Comuni del milanese, l’Ente provinciale per il Turismo di Milano e il Consorzio Intercomunale dell’Adda e spressero la volontà di salvaguardare il patrimonio naturale e paesaggistico attraverso l’istituzione di un Parco.

Nel conseguente progetto di legge n° 249/74 Misure di salvaguardia urgenti per l’istituzione delle riserve naturali si individuarono i confini del Parco attraverso una planimetria generale la cui delimitazione fu perfezionata nel 1977.

Le leggi istitutive dei singoli parchi prevedevano, tuttavia, la divisione dell’asta fluviale dell’Adda in due Parchi: Adda Nord e Adda Sud. L’esigenza di formare due Parchi distinti è dovuta sia per la vastità del territorio sia per le peculiari caratteristiche di ciascuno dei due tratti di fiume.

Il Parco Adda Nord interessa Comuni delle province di Lecco, Bergamo e Milano e offre molti punti di interesse naturalistici, antropologici, artistici e storici che rendono unico questo Parco Regionale in Lombardia e in Italia.

Dal lago di Olginate fino alla palude di Brivio, è possibile immergersi nella natura e scoprire le diverse specie di fauna acquatica; proseguendo lungo il corso del fiume da Imbersago a Trezzo, l’ Adda diventa un museo a cielo aperto regalandoci testimonianze di ingegneria idraulica tra cui i navigli, le chiuse di Leonardo da Vinci, i siti di archeologia industriale come le centrali idroelettriche che hanno segnato la rivoluzione industriale a partire da fine Ottocento.

Da Trezzo sull’Adda il fiume di manzoniana memoria prosegue il suo cammino nella pianura e nei pressi del villaggio operaio di Crespi d’Adda, patrimonio dell’Unesco.

Villa Gina

Villa Gina, nobile dimora situata a Trezzo sull’Adda, ospita le sedi del Parco Adda Nord e del MUVA, il Museo della Valle dell’Adda.

La villa costruita nel 1855 da Paolo Bassi – podestà di Milano – con linee classicheggianti di gran moda a quel tempo, divenne nel 1915 proprietà di Silvio Crespi, che le diede questo nome in onore della moglie.

Nel 1939 fu donata all’Opera Balilla di Bergamo, che la adibì a sede di un Istituto di educazione professionale per gli orfani di guerra.

Occupata da militari durante la Seconda Guerra Mondiale, passò nel 1950 al CIF di Bergamo che, ribattezzandola Casa del Sole, la trasformò in un centro di assistenza per giovani in difficoltà.

Proprietaria della dimora divenne la Regione Lombardia e in seguito il Comune di Trezzo, che la trasformò nel 1993 in sede del Parco Adda Nord.

Non perdiamoci

di vista

Scrivici per qualsiasi informazione:
risponderemo il prima possibile.

Se vuoi prenotare una visita o un'attività, scrivici tutte le informazioni necessarie.

 

Vieni a trovarci

Via Padre Calvi Benigno, 5
20056, Trezzo sull'Adda, Milano

z

Facci uno squillo

(+39) 349 092 2069

(+39) 347 353 3085

 

v

Inviaci una mail

muva.adda@gmail.com